Lesezeit: 5 Minuten

Le regole di igiene industriale hanno grande valore per svariate ragioni, prime fra tutte prevenire la proliferazione e la diffusione di pericolosi batteri e microrganismi patogeni. Questo aspetto risulta particolarmente rilevante per alcune attività come ospedali o ambulatori medici. Il secondo motivo è che i requisiti di igiene assicurano che, in settori come quello alimentare o farmacologico, i prodotti vengano lavorati secondo degli standard igienici e qualitativi adeguati. Questo non va solamente a vantaggio dei consumatori finali ma anche degli stessi lavoratori.

Le leggi sull’igiene sul posto di lavoro presentano delle differenze in base al settore operativo. Di seguito trovi le principali informazioni sulle leggi in materia di igiene, valide per la maggior parte degli ambienti di lavoro.

Vantaggi delle norme di igiene industriale

L’igiene gioca un ruolo importante anche in altri settori oltre a quelli più sensibili, come quello alimentare o medico-sanitario. In ogni azienda dovrebbero, infatti, essere controllate le norme di igiene correnti, così da poter mantenere il rischio di trasmissione batteriologica il più basso possibile sul luogo di lavoro. Diverse disposizioni aiutano titolari e datori di lavoro ad orientarsi e impostare così degli standard igienici adeguati e mantenerli tali nel tempo.

Per capire quali misure igieniche adottare dipende, per prima cosa, dal tipo di attività. Le regole più stringenti valgono, ad esempio, nell’industria alimentare, nelle aziende asettiche, così come nelle imprese gastronomiche e dell’industria alberghiera. Tuttavia, anche negli uffici e nei reparti produttivi industriali o nelle officine, l’igiene industriale dovrebbe giocare un ruolo importante, in quanto offre ulteriori vantaggi, in aggiunta a mantenere più sicuro il luogo di lavoro:

  • Le norme dell’igiene industriale forniscono diverse linee guida affidabili che supportano nell’impostare un sistema di controllo aziendale. Sulla base delle indicazioni di legge, le imprese possono stabilire e far valere regole e misure igieniche interne.
  • Quando si registrano determinati casi di malattia, l’azienda può essere ispezionata al fine di verificare il rispetto delle disposizioni igieniche. Osservare adeguatamente le norme igieniche serve quindi anche a tutelarsi legalmente.
  • Le disposizioni in materia di igiene sul posto di lavoro contribuiscono anche a garantire la sicurezza del prodotto per il consumatore. Attraverso i sistemi di etichettatura e le certificazioni si crea fiducia nei clienti e nei consumatori finali.
  • Una buona igiene industriale serve a garantire la sicurezza sul lavoro di collaboratori e dipendenti, in quanto previene la trasmissione di virus e di microrganismi patogeni. Questo  è utile anche a diminuire i casi di malattia in azienda e, di conseguenza, a risparmiare ed aumentare la produttività sul lungo periodo.
Kontrolle der Betriebshygiene

Igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro: il Testo Unico

Le disposizioni in materia di igiene nei luoghi di lavoro rientrano nel più ampio Testo Unico riguardante l’intera sfera della sicurezza sul lavoro, trasformato in legge con il decreto legge 81 del 2008. Il Testo Unico, oltre a definire le caratteristiche fondamentali e i metodi operativi, anche dal punto di vista igienico, fornisce le misure da utilizzare per intervenire laddove si individuano dei rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Quando si parla di igiene, è bene specificare che, questo termine, serve ad indicare tanto l’igiene personale dei lavoratori quanto quello degli ambienti. Per questo motivo, adottare le corrette misure igieniche sul posto di lavoro riguarda tanto le caratteristiche dei luoghi di lavoro, quanto i servizi igienici messi a disposizione dei lavoratori e la corretta istruzione e comunicazione da parte del datore di lavoro verso i propri dipendenti.

L’allegato IV del Testo Unico definisce le caratteristiche che i luoghi di lavoro devono possedere per essere considerati sicuri per i lavoratori. Qui di seguito elenchiamo una selezione di alcuni dei punti del testo ufficiale riassunti per aree, relativi all’igiene industriale:

  • Sulla pulizia dei locali, la gestione e lo smaltimento dei rifiuti (1.1.6.; 1.1.7.; 1.3.1.4.; 1.3.3.; 1.3.17.)
  • Sull’aerazione, gli agenti esterni come quelli atmosferici, il calore e il suono (1.3.1.1.; 1.3.1.2.; 1.3.1.3.)
  • Sull’esposizione ad agenti potenzialmente nocivi in ambienti esterni (1.8.7.2.)
  • Sulla disponibilità di aria salubre (1.9.1.1.; 1.9.1.4.; 1.9.1.5.)
  • Sull’igiene di ambienti come refettori, spogliatoi, bagni, latrine e dormitori (1.13.4.1.)

Ai quali si aggiungono quelli specifici per la difesa dagli agenti nocivi e dalle polveri:

  • Sulla conservazione delle materie prime non in corso di lavorazione, i prodotti e i rifiuti che rappresentano un pericolo per la salute (2.1.1.; 2.1.2.)
  • Sulla pulizia e la disinfezione dei recipienti e degli apparecchi di lavoro (2.1.3.)
  • Sulla separazione delle attività che rappresentano un particolare pericolo e l’impedimento alla diffusione e alla concentrazione di gas e vapori che possano mettere in pericolo la salute dei lavoratori (2.1.4.; 2.1.4-bis; 2.1.5.; 2.1.7.; 2.1.8.1.)
  • Sulla conservazione, la lavorazione e la movimentazione di sostanze pericolose come scarti e rifiuti di materie infiammabili, esplodenti, corrosive, tossiche, infettanti o comunque nocive (2.1.9.)
  • Sull’impedimento alla diffusione e alla concentrazione di polveri di qualunque specie (2.2.1.)

Igiene personale sul posto di lavoro

Per qualsiasi azienda valgono, inoltre, anche le direttive in merito all’igiene personale, che presentano però differenze in base al settore operativo, specialmente negli ambienti di lavoro sanitari, in quelli con particolari requisiti di sterilità e nell’industria alimentare. Per esempio, sono state determinate norme di igiene e sicurezza sul lavoro in cucina, contenute in un apposito protocollo, conosciuto con l’acronimo HACCP.

Con igiene personale si intendono tutte quelle misure che servono a garantire la pulizia del lavoratore, inclusi i suoi indumenti di lavoro. Al primo posto si presenta sicuramente il lavarsi regolarmente le mani e disinfettarle dopo essersi recati in bagno. Anche indossare indumenti di lavoro puliti contribuisce significativamente ad assicurare un’igiene personale congrua. Al datore di lavoro spetta il compito di rendere il rispetto di tali misure di igiene personale il più facile possibile. Per esempio, installando dei distributori di saponi o altri equipaggiamenti necessari nei bagni.

Negli ambienti operativi dove il lavoratore entra abitualmente in contatto con sostanze tossiche o dov’è presente un rischio di infezione dovuto ai rapporti con i pazienti, alle misure di prevenzione si aggiunge anche la regolare visita eseguita da un dottore aziendale incaricato.

FAQ sull’igiene industriale

Che cos’è l’igiene industriale?

L’igiene industriale riguarda tutte le misure atte a garantire la pulizia, l’ordine e la corretta manutenzione dei locali e dell’attrezzatura in ambito aziendale, così come anche le misure di igiene personale utili a impedire la proliferazione dei germi. Le norme di legge in materia di igiene dispongono differenze sostanziali da un ambiente all’altro.

Quali sono gli ambienti di lavoro igienicamente sensibili?

Gli ambienti di lavoro igienicamente sensibili sono quelli che prevedono specifiche disposizioni in materia di igiene, che possono però variare significativamente di settore in settore e persino da un’azienda all’altra. Negli ambienti industriali interessati dalle norme igieniche rientrano tra gli altri vari locali aziendali, incluse le postazioni di lavoro, i prodotti alimentari e l’igiene personale sul posto di lavoro. Le camere bianche, i laboratori, gli ospedali o altri edifici sanitari sottostanno prassi igieniche ancora più stringenti.

Perché l’igiene è importante sul posto di lavoro?

La prevenzione, l’igiene e la sicurezza sul posto di lavoro servono a impedire la trasmissione di germi e microrganismi patogeni e tutelare efficacemente la salute dei lavoratori. Inoltre, così facendo si riducono anche i casi di malattia in azienda, permettendoti di risparmiare e aumentare la produttività sul lungo periodo. Questi sono solo alcuni dei vantaggi offerti dal rispetto delle norme igieniche industriali.

Nota bene: le normative menzionate in questo articolo rappresentano soltanto una selezione dei requisiti legali più importanti. Per informazioni più dettagliate ed aggiornate ti invitiamo a consultare i testi di legge. Nel caso di dubbi riguardo la corretta applicazione delle disposizioni di legge ti consigliamo sempre di rivolgerti a degli esperti.

Fonte dell’immagine:
© gettyimages.de – Smederevac