Lesezeit: 3 Minuten

Per garantire la longevità e il corretto funzionamento delle batterie agli ioni di litio è importante non solo come si caricano le batterie, ma anche come si conservano. Inoltre, trattandosi di accumulatori contenenti sostanze pericolose, anche quando sono “a riposo” le batterie al litio hanno bisogno di essere controllate. In questo articolo puoi trovare gli aspetti fondamentali per il corretto stoccaggio delle batterie al litio. Potrai inoltre scoprire perché la temperatura ambiente è importante, e come evitare danni alle batterie anche nel caso di lunghi periodi di inutilizzo.

Normativa stoccaggio batterie al litio

A livello internazionale le batterie agli ioni di litio sono classificate come merci pericolose e per questo sono soggette alle leggi internazionali per il trasporto di merci pericolose durante tutto il loro ciclo di vita. In Italia valgono le norme per la gestione di sostanze pericolose.

Tuttavia, le seguenti misure di sicurezza generiche valgono per tutti i tipi di batterie agli ioni litio e rappresentano grossomodo il metodo corretto per lo stoccaggio di batterie al litio:

  • Seguire le istruzioni del produttore indicate nelle etichette e nelle schede tecniche relative al prodotto.
  • Garantire protezione da cortocircuiti interni ed esterni durante la conservazione. Riporre le batterie al litio al riparo da urti e altri danni di natura meccanica. Prevenire un cortocircuito dei poli della batteria con appositi cappucci di protezione.
  • Impedire l’esposizione improvvisa o prolungata a temperature ambiente troppo elevate. Inoltre, le batterie non devono ricevere luce solare diretta.
  • Distanziare le batterie di 2,5 metri da altri beni infiammabili se il luogo di stoccaggio non dispone di un impianto antincendio.
  • Separare batterie al litio danneggiate o difettose e riporle in appositi contenitori speciali per lo stoccaggio di sostanze pericolose fino al loro smaltimento.

Rischio di scarica profonda durante la conservazione di batterie al litio

Le moderne batterie agli ioni di litio tendono a scaricarsi quando non in uso. Solitamente la percentuale si aggira attorno all’1 % al mese, ma può aumentare in base alla temperatura e all’umidità dell’aria dell’ambiente in cui si trovano. Questo risulta particolarmente rilevante per lo stoccaggio di batterie al litio. L’autoscarica non controllata può infatti causare lo stato di scarica profonda, danneggiando la batteria.

Di scarica profonda si parla quando la batteria supera la tensione di taglio (o tensione di cut-off) e la sua capacità risulta completamente esaurita. Per le batterie agli ioni di litio questa tensione è di 2,5 volt. Se la conservazione della batteria non avviene in maniera corretta e la batteria raggiunge lo stato di scarica profonda, la batteria può perdere per sempre la capacità di carica. Per evitare lo scaricamento delle batterie al litio durante lo stoccaggio è necessario:

1. Stoccare batterie al litio cariche a metà

Non stoccare mai batterie completamente scariche, lo stato di carica deve essere compreso tra il 50 e il 70%.

2. Verificare regolarmente lo stato di carica

Soprattutto se si prevede di dover lasciare le batterie inutilizzate per lungo tempo, è necessario verificare lo stato di carica a intervalli regolari. Una ricarica parziale ogni 3 o 4 mesi è solitamente sufficiente a proteggere le batterie dalla scarica profonda.

Pericolo di incendio durante lo stoccaggio di batterie al litio

La struttura delle batterie agli ioni di litio è formata da diverse componenti, ciascuna con le proprie caratteristiche chimiche. Il litio contenuto nelle batterie, ad esempio, è altamente infiammabile e reagisce in maniera violenta al contatto con l’acqua, oltre a risultare instabile a temperature ambientali elevate. Queste caratteristiche devono essere tenute in considerazione per lo stoccaggio delle batterie al litio.

1. Conservare le batterie in un luogo fresco e asciutto

Sebbene gli armadi per materiali pericolosi siano la soluzione migliore, anche cantine, celle frigorifere e frigoriferi possono rappresentare un’opzione alternativa, a patto che siano asciutti.

Se il litio contenuto nelle batterie agli ioni di litio entra in contatto con l’acqua, inoltre, si può verificare una reazione chimica con conseguente formazione di sostanze tossiche e idrogeno infiammabile. Dunque, se vuoi conservare le batterie al litio nel frigorifero fai attenzione a metterle al riparo da infiltrazioni d’acqua.

Dati i potenziali rischi derivanti dall’errato stoccaggio di batterie al litio, vale la pena considerare l’acquisto di appositi contenitori di sicurezza per questi accumulatori.

2. Conservare le batterie agli ioni di litio separatamente dal dispositivo

Se possibile estrai le batterie dai relativi dispositivi elettronici e conservale separatamente. Così facendo eviti reazioni chimiche causate dalla fuoriuscita di liquidi di raffreddamento, di lubrificazione o dei freni, oltre a possibili incendi. Se invece la batteria è saldata e non può essere rimossa, è necessario ispezionare il dispositivo prima dello stoccaggio e verificare che non ci siano perdite, cavi scollegati o altri tipi di danni.

Quanto tempo possono essere conservate le batterie al litio?

Il corretto stoccaggio delle batterie al litio è la condizione principale per poterle conservare per un lungo periodo di tempo. Rispetto alle batterie nichel-cadmio il cui livello di autoscarica è molto più alto, le batterie al litio necessitano di meno cura e possono essere conservate più a lungo. Attenendoti ai consigli forniti finora puoi conservare i moderni accumulatori di energia per diversi anni senza danni e senza ricaricarli un gran numero di volte.

Fonte dell’immagine:
© gettyimages.de – Fertnig