Lesezeit: 6 Minuten

Indice dei contenuti

Per l’arredamento di magazzini e di altre strutture aziendali adibite all’intralogistica, così come di uffici, sale comuni e aree produttive possono contare su diversi tipi di scaffalature, come gli scaffali per carichi pesanti e gli scaffali portapallet. In questo glossario ti spieghiamo i principali termini e definizioni per scaffali.

A

Altezza del ripiano

L’altezza del ripiano è la distanza tra il pavimento e la superficie superiore del ripiano posto più in basso, oppure la distanza tra la superficie di un ripiano e quella del ripiano superiore. L’altezza del ripiano influisce in maniera significativa sulla capacità di carico. L’altezza libera di uno scaffale definisce invece l’altezza tra la superficie di un ripiano e la faccia inferiore del ripiano sovrastante, e corrisponde all’effettivo spazio in altezza a disposizione per l’immagazzinamento delle merci.

B

Barra longitudinale

Le barre longitudinali servono a rinforzare gli scaffali a incastro e vengono particolarmente utilizzate per la stabilizzazione dei ripiani degli scaffali. Questi elementi di rinforzo si dispongono sia a sinistra che a destra di un gancio e vengono installate a intervalli regolari nei sistemi di scaffalatura a incastro. Utilizzate al posto dei rinforzi a croce, negli scaffali a ripiani permettono di prelevare la merce da entrambi i lati.

Barriera perimetrale

Negli scaffali portapallet le barriere perimetrali anteriori e posteriori delimitano i bordi del piano su cui i pallet vengono poggiati. Le barriere perimetrali possono avere spessori eportate differenti in base alla capacità di carico dei ripiani e delle sezioni degli scaffali. Le strutture costruite in legno o acciaio permettono di immagazzinare merci anche prive di bancale.

Bifilare

Le scaffalature bifilari sono scaffali indipendenti che possono essere montati schiena a schiena con altri scaffali bifilari per creare un sistema di scaffalatura su due lati (bifronte).

Bifronte

Gli scaffali bifronte sono un tipo di scaffalature non agganciati alle pareti che possono essere fruiti da entrambi i lati. I ripiani si poggiano su delle traverse per una maggiore stabilità e sicurezza.

Braccio

I bracci sono l’elemento che dà il nome ai cosiddetti scaffali con bracci a sbalzo, chiamati anche scaffalature cantilever. Per definizione gli scaffali cantilever servono a immagazzinare merce di forma rotonda o molto lunga, come listelli di legno o tubi, la cui caduta viene impedita grazie a un apposito perno di fissaggio. In base al modello dello scaffale, le braccia possono essere saldate o imbullonate ai montanti così da impedirne il movimento. In quest’ultimo caso l’altezza delle braccia è regolabile.

C

Capacità di carico

Vedi capacità di carico del ripiano e capacità di carico della sezione.

Capacità di carico del ripiano

La capacità di carico del ripiano indica il peso massimo che ogni ripiano dello scaffale può tollerare. Eccedendo la capacità di carico i singoli ripiani possono rompersi. La capacità di carico deve essere chiaramente indicata sullo scaffale.

Capacità di carico della sezione

La capacità di carico della sezione dello scaffale definisce il peso massimo che un’intera sezione dello scaffale è in grado di sopportare. La somma delle capacità di carico dei ripiani non può superare la capacità di carico della sezione dello scaffale. La capacità di carico della sezione viene influenzata anche dall’altezza del ripiano. Infatti, in base al materiale e alla lavorazione con cui è stato costruito lo scaffale, la capacità di carico della sezione può essere molto inferiore della somma della capacità dei singoli ripiani.

D

Distanza di sicurezza

Per evitare incidenti causati da collisioni con i carrelli elevatori deve sempre essere mantenuta una distanza di sicurezza durante la movimentazione tra gli scaffali e i transpallet o muletti.

Distanziatore

Un distanziatore serve a garantire l’esatta distanza tra gli scaffali durante il montaggio di scaffalature portapallet.

G

Gancio

I ganci servono a installare le traverse di rinforzo nei profili di sostegno dello scaffale.

Guida a rullo

Le guide a rullo presenti sugli scaffali del magazzino facilitano la movimentazione delle singole merci immagazzinate.

I

Ispezione scaffalature

Alcuni tipi di scaffali devono essere ispezionati a intervalli regolari da parte di personale specializzato. Questo tipo di controllo permette di riscontrare e contrastare danni ai materiali di costruzioni, violazioni degli obblighi per il corretto utilizzo e altre mancanze. L’ispezione delle scaffalature deve essere documentata.

M

Monofronte

Contrariamente alle scaffalature bifronte, le scaffalature monofronte sono servibili da un unico lato. Vengono solitamente rinforzate con un rinforzo a croce e possibilmente fissate alle pareti.

Montaggio

Esistono vari modi per montare gli scaffali. Il sistema più diffuso consiste nel montaggio a vite, nel quale le singole parti dello scaffale vengono avvitate assieme. Particolarmente facile e veloce è invece l’assemblaggio di scaffali a incastro. Molti tipi di scaffali richiedono un montaggio combinato di avvitamento e incastro. Gli scaffali a parete e le scaffalature per magazzino con certe altezze o per particolari tipi di carico richiedono un fissaggio alla parete o al pavimento.

Montaggio a incastro

Gli scaffali con montaggio a incastro si compongono di telaio con profilo a T. I ripiani vengono agganciati al telaio attraverso le travi portanti e possono essere regolate in altezza ogni qualvolta lo si desidera, senza bisogno di attrezzi, in modo da adattarle alle dimensioni della merce. La speciale piegatura del profilo a T permette inoltre una stabilità e una portata particolarmente elevate.

Montaggio a vite

Questo sistema prevede l’avvitamento dei ripiani dello scaffale con l’aiuto di profili angolari. Lo scaffale viene poi rinforzato per mezzo di rinforzi angolari.

Montaggio combinato avvitamento/incastro

Questo tipo di sistema prevede il montaggio a vite della struttura portante dello scaffale. I ripiani vengono aggiunti successivamente a incastro.

P

Pallet

I pallet o bancali trovano largo impiego sia nel trasporto che nell’immagazzinamento. I pallet servono di caricare e scaricare la merce per mezzo di transpallet e carrelli elevatori e di stoccarla su appositi scaffali portapallet.

Paraurti

Gli scaffali caricati o scaricati con carrelli elevatori devono essere dotati di paraurti nelle parti spigolose e sui lati dove transitano i macchinari di movimentazione. Questa protezione anticollisione deve avere un’altezza minima di 300mm e una capacità di assorbimento degli urti di 400 Nm.

Perno anti-uscita

I perni anti-uscita sezionano i bracci di uno scaffale e servono a impedire il rotolamento e la caduta del materiale di forma rotonda e allungata (sbarre, tubi, ecc.).

Perno di sicurezza

I perni di sicurezza servono a fissare le barriere perimetrali in modo che non si sollevino durante le operazioni di carico e scarico.

Piano

I piani sono le varie superfici di appoggio della sezione di uno scaffale. A volte negli scaffali portapallet anche i piani a livello del terreno vengono considerati come ripiano aggiuntivo. Tuttavia, questo non è il caso di Jungheinrich PROFISHOP, dove il piano inferiore non rientra tra i piani elencati nelle schede tecniche.

Piastra angolare

Le piastre angolari permettono l’immagazzinamento sicuro dei gitterbox. I piedi delle casse gitterbox vengono appoggiati su queste piastre installate sulle e sorrette dalle barre perimetrali.

Profilo angolare

Vedi montaggio ad avvitamento.

Profilo di supporto

I profili di supporto sono degli elementi portanti verticali collegati a un telaio portante per mezzo di rinforzi a croce e profili a C. Gli scaffali con montaggio a vite utilizzano una combinazione di profili di supporto e di profili angolari per formare un telaio portante sul quale poggiano i ripiani.

R

Rinforzo

Rinforzare uno scaffale del magazzino permette di renderlo più stabile e sicuro. Il rinforzo a croce, chiamato anche crociera di rinforzo, risulta particolarmente utile per le scaffalature con ripiani. L’utilizzo di traverse di rinforzo diagonale è invece particolarmente usato per le scaffalature portapallet.

Rinforzo a croce

I rinforzi a croce servono a rinforzare gli scaffali, rendendoli più stabili e sicuri.

Ripiano

Il ripiano è l’elemento su cui poggiano le merci immagazzinate di ogni forma e dimensione.

Ripiano per ordini in evasione

Un ripiano per gli ordini in evasione completa le scaffalature con ripiani inclinati o con guide a rulli. La merce che deve essere caricata viene prelevata dallo scaffale e parcheggiata temporaneamente sul ripiano per gli ordini in evasione.

S

Scaffale indipendente

Uno scaffale indipendente fornisce la base per scaffali modulari. Consiste di un minimo di due montanti e un ripiano. Diversamente dagli scaffali modulari, può essere utilizzato da solo.

Scaffale modulare

La definizione “scaffale modulare” indica uno scaffale che può essere montato solamente in combinazione con altri scaffali dotati di un telaio con due montanti. Per ogni fila di scaffali è necessario almeno uno scaffale principale su cui si possono installare un numero qualsiasi di scaffali modulari. Gli scaffali modulari si compongono di un telaio e di diversi ripiani. Diversamente dallo scaffale indipendente, lo scaffale modulare non può essere usato da solo.

Scaletta mobile

Scala (anche a pioli) unica o composita da appoggiare sullo scaffale.

Sistema di scaffalatura

La definizione per scaffali “sistemi di scaffalatura” indica uno scaffale per magazzino che può essere personalizzato grazie a componenti aggiuntive, estendibile sia in larghezza che in altezza. L’ampliamento avviene con l’installazione di sezioni modulari aggiuntive.

Staffa angolare

Le staffe angolari servono a stabilizzare e rinforzare i sistemi di scaffalatura in profondità e larghezza. Le staffe angolari vengono utilizzati sia per i sistemi di scaffalatura con montaggio a vite che a incastro.

T

Telaio con profilo a T

Vedi montaggio a incastro.

Trave

Le travi servono ad aumentare stabilità e capacità di carico dei ripiani ed evitare che queste si pieghino o rompano nel caso di carichi pesanti.

Traversa

Le traverse rinforzano orizzontalmente gli scaffali portapallet e gli scaffali a ripiani offrendo un’ulteriore superfice di sostegno per i ripiani. Le traverse vengono agganciate per mezzo di ganci di rinforzo negli scaffali a incastro o avvitate ai profili di supporto nei sistemi con montaggio a vite.

Le traverse rinforzano orizzontalmente gli scaffali portapallet e gli scaffali a ripiani offrendo un’ulteriore superficie di sostegno per i ripiani. Le traverse vengono agganciate per mezzo di ganci di rinforzo negli scaffali a incastro o avvitate ai profili di supporto nei sistemi con montaggio a vite.

Fonte dell’immagine:
© gettyimages.de –
serts
© gettyimages.de – Nickbeer