Lesezeit: 5 Minuten

Le strategie di stoccaggio determinano principalmente come sono organizzati i magazzini di ogni tipologia e grandezza, come le merci immagazzinate vengono immagazzinate e prelevate, e come viene determinato l’inventario. Per fare ciò, le strategie di stoccaggio devono essere coordinate con gli altri processi logistici dell’azienda: solo così i magazzini possono essere gestiti in modo economico, e di conseguenza anche in modo competitivo sul lungo termine.

Qual è l’obiettivo delle strategie di stoccaggio?

Le strategie di stoccaggio organizzano il movimento delle merci e il loro immagazzinamento, determinando il tipo e la sequenza di stoccaggio, nonché la rimozione e il trasferimento di merci e materie prime. Le procedure utilizzate a tale scopo hanno una grande influenza sull’efficienza dei processi nel magazzino e quindi anche sui costi sostenuti dalla logistica del magazzino. L’obiettivo delle diverse strategie di stoccaggio è quindi quello di organizzare le materie prime e le merci in entrata e in uscita in modo tale che:

  • tutte le aree di stoccaggio vengano utilizzate in modo ottimale e uniforme;
  • le merci più richieste e le materie prime più importanti siano reperibili in modo rapido e semplice;
  • i percorsi operativi di trasporto tra magazzino, produzione e spedizione sono progettati in modo tale che i tempi di accesso siano ridotti il più possibile;
  • si riduca al massimo l’obsolescenza di merci con una durata di conservazione limitata o breve, limitando di conseguenza la percentuale degli scarti.

Quali strategie di stoccaggio esistono?

Quando si organizza il magazzino, occorre fatta una distinzione di massima tra strategie di allocazione e strategie di movimento. Entrambe le strategie, combinate, costituiscono la strategia di stoccaggio, ma occorre che siano strettamente coordinate. A seconda del tipo di magazzino, le strategie di stoccaggio possono essere utilizzate per l’intero magazzino o solo per zone.

Le strategie di allocazione: LiFo, FiFo e le altre 

Le strategie di allocazione per l’organizzazione del magazzino mirano a combinare in modo razionale tutti gli spazi di stoccaggio disponibili con il tipo e il formato delle merci immagazzinate. A tal fine, le strategie di allocazione definiscono sequenze fisse con cui le merci vengono stoccate, rimosse o ricollocate. Le seguenti strategie di stoccaggio regolano l’allocazione delle merci:

Strategia di allocazioneDettagliUtilizzo
FiFo: First in – First outCon il principio first-in-first-out, le merci che sono rimaste più a lungo nel magazzino vengono rimosse per prime.La strategia indica la gestione di un cosiddetto magazzino a gravità. Scaffali con accesso su due lati o un sistema di etichettatura flessibile sono ideali per mettere in pratica questo sistema.
LiFo: Last in – First outSecondo il principio LiFo, la merce immagazzinata per ultima viene rimossa per prima.Ha senso adottare questa strategia se i beni immagazzinati non sono deperibili e non mutano al mutare delle condizioni di stoccaggio.
FeFo: First expired – First outCon questa strategia, le merci rimosse per prime sono quelle la cui data di scadenza è più prossima.Questa strategia di stoccaggio è adatta per medicinali, generi alimentari e altri beni deperibili nonché per materie prime e si combina bene con il principio first-in-first-out.
HiFo: Highest in – First outIn questo caso, la parola “Highest” (più alto) si riferisce al valore di acquisto della merce immagazzinata. I beni che erano più costosi da acquistare per l’azienda vengono rimossi per primi.Da un punto di vista commerciale, gli elevati costi di approvvigionamento possono essere compensati mediante la vendita o l’elaborazione più rapide possibili.
LoFo: Lowest in – First outLa strategia LoFo è il contrario di HiFo e indica che i beni immagazzinati con il valore di acquisto più basso vengono rimossi per primi.In pratica, la strategia viene utilizzata raramente e in realtà ha senso solo in un contesto di svendita totale, quando il valore complessivo dei beni a basso prezzo è significativamente superiore al valore di tutti i beni di prezzo elevato.
Stoccaggio caoticoCon questa strategia non si segue un ordine ben definito, ma lo spazio viene utilizzato in modo dinamico: le merci appena arrivate vengono stoccate in qualsiasi spazio liberoCon questa strategia la capacità del magazzino può essere sfruttata in modo ottimale e gli spazi di stoccaggio non devono essere tenuti liberi o pianificati.

A seconda della strategia di allocazione, è importante utilizzare le strutture di stoccaggio adeguate, ad esempio il tipo di scaffalature, i soppalchi o i contenitori per carichi pesanti.

Strategie di movimento

Le strategie di movimento in magazzino sono finalizzate al trasporto delle merci tra le diverse aree di stoccaggio. La scelta della strategia ha un’influenza diretta sulla tecnologia di movimentazione dei materiali e sui carrelli industriali utilizzati nell’azienda, come carrelli elevatori o transpallet. Ecco elencate le possibili strategie di movimento:

Strategia di movimentoDettagli
Strategia di trasportoLa merce viene trasportata direttamente nei rispettivi corridoi del magazzino. Questo processo viene svolto di solito con nastri trasportatori.
Strategia di rimozioneLe merci destinate alla spedizione sono indirizzate a un binario di scarico tramite diramazioni di smistamento. Questa strategia può essere impostata per dare priorità a elementi specifici.
Strategia di gioco singoloLe merci sono semplicemente caricate o rimosse. Questa strategia consente quindi di risparmiare molto tempo.
Strategia di gioco doppioIn questa strategia, carico e prelievo sono combinati. Sebbene la strategia richieda più tempo, impedisce corse a vuoto e percorsi aggiuntivi.
Strategia di percorsoQuesta strategia di stoccaggio regola distanze, sequenza e percorsi per i carrelli industriali. L’obiettivo della strategia è una combinazione sensata di tali fattori.
Strategia di trasferimento delle scorteIl concetto regola il modo in cui uno specifico luogo di stoccaggio viene svuotato se è necessario in breve tempo per lo stoccaggio di altre merci.
Strategia di cambio marciaQuesta strategia è ideale per i lavori di commissionamento. In questo caso, tutte le posizioni in una corsia del magazzino vengono prima avvicinate prima di passare alla corsia successiva. Questo consentee di ridurre le distanze di viaggio.

Quali fattori influenzano la scelta della strategia di stoccaggio?

La scelta della giusta strategia di stoccaggio dipende da molti fattori diversi che possono anche causarsi e influenzarsi a vicenda:

  • Quali merci vuoi immagazzinare e quali sono le sue caratteristiche (dimensioni, durata, peso, specifiche tecniche)?
  • Quanto è grande il tuo magazzino e quanti spazi di stoccaggio sono disponibili? C’è la larghezza della corsia necessaria per carrelli elevatori e transpallet?
  • Come è attrezzato il tuo magazzino? Ci sono aree, come ad esempio le celle frigorifere, adatte solo allo stoccaggio di determinate merci?
  • Che tipo di spazio di stoccaggio devi servire? Per esempio, sono presenti meccanismi di automazione? I pallet vengono immagazzinati direttamente o hai bisogno di una strategia di stoccaggio per un magazzino a scaffalature alte?
  • Altre funzioni devono essere integrate nella strategia di archiviazione, ad esempio stazioni di imballaggio, controlli di qualità ecc.?
  • Si devono privilegiare le brevi distanze di trasporto o il massimo carico possibile? È prioritaria l’organizzazione in base ai valori di inventario?

La migliore base per una decisione fondata è anche un esame dettagliato dei processi operativi e la valutazione di dati chiave rilevanti come ad esempio le dimensioni dei supporti, il tempo medio di conservazione, i tempi di viaggio, ecc.

Domande frequenti sulle strategie di stoccaggio

Quali strategie di stoccaggio esistono?

Strategie di stoccaggio:
• FiFo: First in – First out
• LiFo: Last in – First out
• FeFo: First expired – First out
• HiFo: Highest in – First out
• LoFo: Lowest in – First out

Strategie di movimento:
• Strategia di trasporto
• Strategia di rimozione
• Strategia di gioco singolo
• Strategia di gioco doppio
• Strategia di percorso
• Strategia di trasferimento
• Strategia di cambio marcia

Perché le strategie di stoccaggio sono indispensabili?

Il metodo utilizzato ha un forte impatto sull’efficienza dei processi nel vostro magazzino e quindi anche sui costi della logistica aziendale. Lo scopo delle diverse strategie di stoccaggio è pertanto quello di organizzare le materie prime nonché le merci in entrata e in uscita in modo tale che:
• tutte le aree di stoccaggio siano utilizzate in modo uniforme e ottimale
• le merci più richieste e le materie prime importanti siano disponibili in modo rapido e semplice
• i percorsi di trasporto e gli spazi operativi tra magazzino, aree produzione e spedizione siano progettati in modo tale che i tempi di accesso siano il più brevi possibile
• si riduca notevolmente il deperimento delle merci con una durata di conservazione limitata o molto breve, limitando quindi la percentuale degli scarti.

Cosa vuol dire FiFo?

FiFo indica il principio first-in-first-out, grazie al quale le merci che sono rimaste più a lungo nel magazzino vengono rimosse per prime. Questa strategia è molto diffusa e indica la procedura operativa in magazzino a gravità. Affinché il metodo FiFo possa essere implementato in modo efficiente, è necessario adattare di conseguenza l’attrezzatura del magazzino: scaffali con accesso da due lati, speciali sistemi di trasporto o un sistema di etichettatura versatile facilitano il prelievo.

Fonte dell’immagine:
© gettyimages.de –
dusanpetkovic