Menu

Scopri il nostro nuovo configuratore scaffali
Reach - il regolamento europeo per le sostanze chimiche

REACH è un regolamento europeo concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche. Il suo scopo è di garantire un elevato livello di protezione dell'uomo e dell'ambiente.

Informazioni generali su REACH

Il regolamento europeo sulle sostanze chimiche REACH è entrato in vigore nel 2007. REACH è l’acronimo di “Regulation concerning the registration (registrazione), evaluation (valutazione), authorisation (autorizzazione) and restriction (restrizione) of chemicals”. Il regolamento è considerato uno dei più severi a livello mondiale per quanto concerne le sostanze chimiche.

Dall'entrata in vigore del regolamento REACH, se le sostanze sono prodotte o utilizzate in Europa in quantità di almeno una tonnellata all'anno, devono essere registrate presso l'Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA), con sede nella capitale finlandese Helsinki. In linea di principio, REACH si applica a tutte le sostanze chimiche fabbricate o utilizzate nell'UE, comprese le sostanze contenute in miscele o articoli.

Il regolamento REACH prevede norme severe se le sostanze sono classificate come particolarmente pericolose: In seguito viene rilasciata un'autorizzazione speciale per la fabbricazione o l'uso oppure l’utilizzo della sostanza viene limitato di conseguenza.

Sono considerate sostanze chimiche molto preoccupanti:

  • sostanze cancerogene
  • sostanze mutagene
  • sostanze nocive per la fertilità
  • Sostanze che non vengono degradate nell'ambiente, si accumulano nell'uomo e negli animali e sono tossiche
  • Sostanze che non vengono degradate nell'ambiente, si accumulano nell'uomo e negli animali, la cui tossicità è presunta, ma non ancora dimostrata.

Sostanze che hanno un effetto altrettanto pericoloso (ad esempio attraverso un effetto ormonale)

REACH: Responsabilità aziendale nella gestione dei prodotti chimici

Secondo la vecchia legislazione sulle sostanze chimiche, era compito delle autorità controllare la sicurezza nell’utilizzo delle sostanze chimiche. Ciò si è spesso tradotto in lacune a livello di informazione e sicurezza, nonché in procedure lunghe e complesse. Il regolamento REACH impone ora ai produttori, agli importatori e agli utilizzatori di registrare essi stessi le proprie sostanze chimiche e di essere responsabili del loro uso sicuro. I rischi posti dalle sostanze devono essere valutati dai produttori e dagli utilizzatori stessi se la quantità prodotta o importata è pari o superiore a dieci tonnellate all'anno. La regola è: “Nessun dato, nessun mercato”: Se una sostanza chimica non è stata registrata correttamente, non deve essere utilizzata.

Le autorità valutano le registrazioni delle aziende. Le sostanze chimiche selezionate vengono testate per determinare se hanno proprietà molto preoccupanti e rappresentano un rischio per l'uomo o per l'ambiente. In linea di principio, le sostanze chimiche non sono soggette a un regime di approvazione nell'UE: In linea di principio, si applica un divieto generale di utilizzo, a partire dal quale l'ECHA (Agenzia europea per le sostanze chimiche) può pronunciarsi a favore dell'autorizzazione. Il produttore o l'utilizzatore deve dimostrare di essere in grado di gestire i rischi della sostanza chimica o che il beneficio è maggiore del rischio indicato.

Le sostanze chimiche sono classificate ed etichettate. Si applica il Regolamento CLP (CE) n. 1272/2008, entrato in vigore nel 2009. 

Perché il REACH?

Il regolamento europeo sulle sostanze chimiche REACH è motivato da numerose buone ragioni:

  • REACH è stato adottato come regolamento sulle sostanze chimiche per proteggere la salute umana e l'ambiente dai rischi che le sostanze chimiche possono comportare. Restrizioni e divieti di fabbricazione e uso di sostanze chimiche i cui rischi non possono essere controllati prevengono pericoli inaccettabili. A lungo termine, le sostanze chimiche più pericolose devono essere sostituite da altre meno pericolose.
  • Allo stesso tempo, REACH mira a promuovere la competitività dell'industria chimica nell'UE.
  • REACH deve inoltre promuovere metodi alternativi per l'identificazione dei pericoli delle sostanze al fine di ridurre la sperimentazione animale.
  • REACH serve a standardizzare la legislazione esistente in materia di sostanze chimiche e garantisce una distribuzione più appropriata delle responsabilità. Infine, il nuovo regolamento europeo sulle sostanze chimiche garantisce anche una migliore comunicazione nella catena di approvvigionamento e una migliore informazione di tutti gli attori della catena di approvvigionamento sulle proprietà delle sostanze nel loro uso.